Adulti Indaco? Una Nuova razza umana: diversi paradigmi per vivere meglio

Caro viandante, come dicevamo nel precedente articolo, I Bambini Indaco sono qui primariamente per rompere i sistemi, mentre i Cristallo per riempire il quotidiano di nuovi contenuti. In una condizione nella quale questa nuova razza di bambini mutanti “sente” e distingue nettamente ciò che è autentico da ciò che non lo è, è chiaro che avranno diversi problemi, in una società marcia e falsa come quella che il quotidiano ci propone.

A scuola si parla sovente di “sindrome deficit dell’attenzione”, ma molto spesso non è altro che una via di fuga per questi bambini, che percepiscono ciò che gli stanno dicendo come non allineato alle loro logiche. Essi avendo un senso del vero enorme, non possono dare attenzione a ciò che vero non è… a una storia che spesso è scritta da chi ha “vinto”… a sistemi d’insegnamento poco interessanti.

Non si tratta di una generazione di disadattati ma di una formula d’insegnamento non più adatta ai nuovi nati.

L’uso inoltre di sedativi e psicofarmaci in questi casi, andrà a creare danni enormi, poiché il piccolo Indaco o Cristallo, vedendosi togliere le forze e la possibilità di portare a termine la missione, cadono in forti stati depressivi che possono, in alcuni casi, portare anche al suicidio.

Gli scienziati e gli educatori hanno lungamente studiato dei metodi per allevare bambini perfetti. Non esiste un metodo perfetto, ed è scandaloso sentire parlare di bambini difficili. Non esistono bambini difficili, ma educatori non capaci di attrezzarsi al nuovo per una nuova specie.

Noi adulti (e spesso molti di noi sono degli Indaco) siamo chiamati a essere guide per questa nuova razza. Sono bambini molto intelligenti, ma non superman! Hanno bisogno di punti fermi, e se non li trovano, perdono la fiducia del genitore o chi per esso.

Molti specialisti parlano di questa nuova specie come colpita da una sindrome: l’auto-trascendenza. Cioè di una forma di sinestesia, ossia la capacità di vivere un dato evento attraverso più sensi contemporaneamente.

Ho sentito parlare di musicisti, ad esempio, che descrivono il loro pezzo musicale come di colore giallo… o che creano sonate violetto-amaranto!

Eppure, a un artista, dal quale ci si aspetta che sia fuori dagli schemi, non si va a dire che è afflitto da “sindrome dell’auto-trascendenza”… se percepisce una persona rosa!

Il grande Gustavo Roll diceva di aver trovato il segreto che univa tutto quello che muoveva l’universo, cioè attraverso tre elementi: il sole, il colore verde e la nota musicale sol. Sicuramente un Indaco fuori tempo massimo!

Ora, il compito degli Indaco è quello di “contagiare” anche chi non lo è. Essi possono far ciò emanando una frequenza che “sprogramma” le altre persone che non sono ancora Indaco, o che hanno solo “un involucro Indaco” ma che non sono ancora completamente in questa radianza energetica.

Come? Semplicemente con la “frequentazione”!

Ecco perché continuo a sostenere che è molto importante frequentare chi è padrone dei propri pensieri, poiché chi ha il pensiero più forte vince (e non sempre per salire di frequenza)!

I nuovi adulti sapranno essere in empatia con ciò che stanno vivendo, e vivere in modo diverso. La nuova specie alleverà figli che sapranno a loro volta usare bene il cuore e guarire ciò che è distorto. Di bambini indaco se ne parla ormai da tempo, ma ora questa nuova razza mutante è adulta.

Si tratta quindi di realizzare questo: non abbiamo più a che fare con energie grandi in un contenitore piccolo, ma bensì di ex bambini indaco, oramai ben cresciuti e immersi in profondi disagi esistenziali in cui molto di ciò che vivono, di sé e del mondo, gli sta stretto.

Essi hanno la possibilità di usare i sensi in modo nuovo; riescono a pensare per immagini, parlare per immagini. Prima di parlare, infatti, visionano cioè che vogliono dire. Essi usano i sensi interni in un modo che ha dell’incredibile e possono, solo per contaminazione, attivare altre persone.

Chi ha l’energia più forte contamina l’altro.

Ciò funziona per le frequentazioni tossiche, ma anche per quelle nutrienti. Osservare questa possibilità e integrare chi non è già attivato con chi lo è, creerà un fenomeno di massa che andrà a migliorare la razza umana.

Gli indaco hanno bisogno di punti fermi per la loro crescita. Anche chi è già pienamente in questa vibrazione, deve muoversi verso l’integrazione delle nuove risorse che ha accumulato. Rimanere immobili sotto l’etichetta “sono un indaco” non farà accadere nulla.

Nessuno ha mai realizzato niente di grande standosene immobile!

Se vuoi approfondire il fenomeno Indaco, ti segnalo il mio DocuFilm (21 video) qui su BlogPositivo dedicato agli ADULTI INDACO, con consigli pratici e meditazioni per potenziare il proprio involucro indaco:

Ti è piaciuto questo articolo? Allora potrebbero interessarti i libri dell’autrice Monia Zanon:

Sincronicità - Tutto ciò che Non Sai può Essere Usato Contro di Te Sincronicità – Tutto ciò che Non Sai può Essere Usato Contro di Te
Manuale di attivazioni sincroniche per l’anima
Monia ZanonCompralo su il Giardino dei Libri
Progetto Anima Progetto Anima
L’attenzione consapevole attraverso l’accorgersi. Strumento pratico per sedurre il tuo Ego e condurti al successo oltre l’epigenetica
Monia ZanonCompralo su il Giardino dei Libri
Sincro-Destino Sincro-Destino
Gli eventi in grado di cambiare le nostre vite e il corso dell’esistenza stessa
Monia ZanonCompralo su il Giardino dei Libri
Pronto Soccorso Emozionale Monia Zanon Pronto Soccorso Emozionale
Chi ha la tua attenzione ti possiede. Riprenditi te stesso!
Monia ZanonCompralo su il Giardino dei Libri
Vincere la Paura Monia Zanon Nicoletta Todesco Vincere la Paura
Manuale pratico per cavarsela in situazioni impossibili
Monia Zanon, Nicoletta TodescoCompralo su il Giardino dei Libri

Altri Contenuti

CONDIVIDI
Monia Zanon è uno spirito libero. Scrive per la casa editrice Anima Edizioni numerosi saggi come: "Sincronicita' tutto ciò che non sai può essere usato contro di te" (attualmente tradotto in spagnolo da "Edizioni Obelisco" per il mercato del Sud America); "Progetto Anima" manuale per disinstallare i programmi genitoriali, recensito da Bruce Lipton; "Pronto Soccorso emozionale" un councelor per l'anima;  "Sincro-Destino" Docu-Film+compendio e di recente pubblicazione, con la collaborazione di Nicoletta Todesco, " Vincere la Paura" manuale per cavarsela in situazioni impossibili. Con la casa DrawUp Edizioni, esce il suo primo romanzo evolutivo per la gestione delle ferite emozionali: "La Magia della Polvere". Attiva in diversi blog, indirizza la sua energia per aiutare 'i suoi viandanti' (come lei stessa ama definirli), nel cammino verso la scoperta dei propri talenti, e la liberazione dai programmi disfunzionali che spesso sono attivi  a nostra insaputa. Monia da  oltre  quindici anni si occupa di accogliere persone di ogni età in percorsi individuali e di gruppo. Direttrice didattica e docente del biennio professionale Humanproject, Accademia per Motivatori , è una Trainer professionista accreditata SIAF (società italiana armonizzatori familiari councelor operatori olistici) con codice VE855T-OP. Spesso ospite in trasmissioni radiofoniche, televisive, convegni e conferenze, alterna la vita pubblica a quella privata con figlia e cagnolino a presso.Nella vita il suo moto è: " una donna può tutto, con un cuore agile e una buona agenda organizzata".

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here