Quasi tutti desiderano la relazione di coppia come fonte di amore, tuttavia è molto molto difficile perché si pretende dall’altro ciò che uno dovrebbe trovare in se stesso.IMG_4538

Non siamo stati educati alla vita, alla pienezza, alla felicità piuttosto al bisogno, alla mancanza, all’infelicità quindi l’altro é per noi solo uno specchio in cui vediamo le nostre proiezioni.

La relazione di coppia soddisfacente accade tra due stelle, due Soli che si abbracciano per espandere e condividere sempre più la loro luce e il loro amore.
Ognuno di noi dovrebbe impegnarsi veramente a fondo per trovare in sé quella frequenza di appagamento che erroneamente cerca nell’altro.

E la pienezza inizia creando. Anche la preghiera può essere un atto creativo se vissuta in modo appropriato.
Quando creiamo la nostra radianza aumenta, e ancor più se creiamo con il cuore immerso nella tenerezza, nella compassione.
Creare all’interno delle nostre passioni con amore; questo ci permette di aumentare la nostra pienezza, la nostra radianza, ci permette di costituire un ambiente sano al risveglio della Presenza, cioè la nostra vera natura di pace libera da ogni sofferenza.

Il senso del me è l’ostacolo al dimorare nella libertà dell’adesso. Ma il senso del me é solo un pensiero. Se non lo pensiamo non c’é. Il problema é che noi vogliamo pensarlo, lo manteniamo continuamente in vita richiamandolo nei nostri pensieri. Ci cerchiamo, ma non cerchiamo la nostra vera natura bensì il nostro senso del me illusorio, la nostra fasulla identità piena di sofferenza.

Imparando sempre più a perdere fiducia nei pensieri diventa possibile lasciar spazio alla presenza, o meglio alla tenera presenza. È infatti un silenzioso lasciar spazio al momento. All’inizio questo momento non é per nulla attraente, ma questo accade solo perché lo si guarda dall’interno del senso del me.

Non si può infatti essere presenti, questo é l’errore che si compie di solito: occorre lasciarsi essere presenza. Allora ci sarà solo l’amorevole presenza che tutto è.
Perché l’amore accada c’é bisogno di far tacere le voci nella nostra mente, c’é bisogno del silenzio di chi é stufo di combattere e inizia ad ascoltare quello che c’é senza in continuazione dire la sua.

L’amore accade nel qui e ora, si rivela al di là dell’illusorio senso del me. Solo in quel momento i due Soli si riconoscono.

Ognuno di noi cerca l’amore ma questo non accade mai nel tempo, non accadrà mai in un futuro ma solo qui e ora.

Accade nel nostro abbraccio a quello che c’é ora, non nel rifuggire quello che é il nostro presente, ma nell’abbracciarlo. Solo così si apre la porta dell’amore e se si entra in amore la nostra vita sarà piena di amore.

Quell’amore non ci verrà dato da qualcuno…dovremo trovarlo prima, ora, qui, in questo momento. Solo dopo riusciremo a trovare qualcuno che avrà la stessa frequenza di quell’amore che abbiamo già trovato abbracciando il nostro istante.

Il senso del me ha una storia passata e futura che richiama continuamente e questo distrae dall’abbraccio di ciò che c’é ora. Il senso del me si nutre delle sue storie, tenendosi così in vita. Ma finché non saremo stufi di queste storie non saremo attratti dal momento presente.

La nostra storia non ha il sapore dell’amore o almeno di quell’amore che libera dalla sofferenza. Non confondiamo infatti l’amore con l’attaccamento. L’amore accade tra due Soli, l’attaccamento tra due esseri bisognosi, che vivono nella mancanza di questo amore e che per questo afferrano l’altro e lo stringono per paura che scappi via.
Dove c’é attaccamento non é possibile la felicità. Tuttavia non occorre compiangersi ma iniziare ad abbracciare quello che c’é per iniziare ad aprire le porte all’amore iniziando proprio dall’abbracciare teneramente i nostri limiti, il nostro attaccamento, quello che non ci piace quanto quello che ci piace. Allora iniziamo a brillare.

L’amore accade al di fuori delle storie che ci raccontiamo attraverso i nostri pensieri. L’amore inizia ad accadere abbracciando questo momento, qualunque esso sia. Se c’é dolore abbracciamo il dolore fino ad essere la tenerezza del nostro abbraccio.

Allora quando avremo permesso alla frequenza dell’amore di sorgere in noi accadrà anche fuori da noi in quella proiezione olografica che chiamiamo realtà e molto probabilmente, se é quello che vorremo, incontreremo qualcuno che rispecchierà tale frequenza. Due Soli finalmente potranno condividere la vita e creare e creare in accordo alle loro passioni per servire la vita con compassione e saggezza.IMG_4561

Quindi cari amici, smettiamola di cercare l’amore fuori di noi in qualcuno che mai ci darà la felicità e iniziamo a scoprire la forza del nostro tenero abbraccio a tutto quello che c’é in questo momento fino a sentire la frequenza di questo amore in ogni cellula del nostro corpo, del nostro essere.

A quel punto, come per magia…questo amore ci verrà incontro attraverso l’uomo o la donna che abbiamo sempre desiderato…se é questo che vorremo, ma accadrà solo perchè ce l’abbiamo già.

Di seguito le pubblicazioni editoriali dell’autrice di questo articolo, Carlotta Brucco:

I Cinque Abbracci Carlotta Brucco I Cinque Abbracci
Una pratica moderna ed efficace per essere liberi e felici
Carlotta Brucco Compralo su il Giardino dei Libri
Il Segreto dell'Essenza Il Segreto dell’Essenza
Il cuore delle antiche vie spirituali
Carlotta Brucco Compralo su il Giardino dei Libri
Meditazione - Il Segreto dell'Essenza (DVD) Meditazione – Il Segreto dell’Essenza (DVD)

Carlotta Brucco Compralo su il Giardino dei Libri
Meditazione - Il Segreto dell'Essenza (Videocorso Streaming) Meditazione – Il Segreto dell’Essenza (Videocorso Streaming)

Carlotta Brucco Compralo su il Giardino dei Libri
CONDIVIDI
Articolo precedenteOroscopo dal 29 agosto al 4 settembre di Marco Marini
Prossimo articoloMANTRA: Oggi è la Festa di GANESHA :) Che tutti voi siate benedetti e gli ostacoli vengano rimossi
Nata nel 1971 è cresciuta sotto la guida di grandi lama tibetani e altri maestri di diverse tradizioni spirituali avendo così modo di approfondire lo studio e la pratica di antichi metodi e tecniche di autoconoscenza. Cogliendo da sempre i principi essenziali su cui si basano le metodiche apprese e sperimentate, diffonde da oltre 25 anni un sistema di educazione alla vita per il risveglio della vera natura dell’essere umano adatto alla nostra cultura e società diffondendolo in strutture pubbliche e private. Nel 2011 Carlotta e suo marito Stefano Giuseppe Dell’Orto fondano neomRevolution con la Mission di aiutare nell’opera di risveglio delle piene potenzialità dell’essere umano in modo che possa vivere in pienezza, appagato e felice. Dal 2010 Stefano e Carlotta collaborano insieme come NEOM sui progetti di Branding e Advertising per promuovere una comunicazione più etica ed efficace diffondendo messaggi utili all’animo umano.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here