Mettere fine alla pigrizia e alla procrastinazione non è così difficile come si pensa grazie alla tecnica giapponese del Kaizen

Ci sono tantissime cose che vorremmo realizzare, obiettivi personali per noi stessi, per la nostra vita e molti di essi dovrebbero avere la priorità ma purtroppo a causa della pigrizia restano solo degli obiettivi e non si concretizzano mai.

La procrastinazione è uno dei problemi più comuni in questi termini.

Certo, abbiamo le migliori intenzioni all’inizio e ci avviciniamo ai nostri obiettivi con entusiasmo e zelo (se già siamo bravi..). Ma poi qualcosa succede, iniziamo a raccontarcela e ci diciamo che ci abbiamo provato … e che non è andata bene.

Il passo successivo è mollare.

Lo facciamo forse perché ci stiamo muovendo troppo velocemente, forse perché pensiamo di avercela messa tutta o forse perché le aspettative ci hanno decisamente fottuto.

Se questa è una situazione che si ripete costantemente nella tua vita, chiederti perché accade è già un primo passo importante. Beh, in realtà è molto ​​semplice: stai cercando di ottenere troppo e troppo in fretta.

È esattamente qui che la tecnica giapponese del kaizen viene in tuo aiuto.

La cultura giapponese ha una pratica utile chiamata appunto “Kaizen”.

Il principio alla base di questo metodo si basa sul praticare un qualcosa per un minuto intero e ogni giorno alla stessa ora fare la stessa pratica… solo per un minuto

Suona abbastanza facile, vero? La pigrizia qui non dovrebbe essere un problema; non hai fatto un qualcosa per 30 minuti ogni giorno ma solo per 60 secondi.

Sia che si tratti di qualcosa di semplice come fare dei piegamenti sulle braccia o pulire un piccolo punto della casa o riordinare un angolino della casa sia che si tratti di qualcosa di più impegnativo come la lettura di una lingua straniera, fallo per un minuto al giorno.

La convinzione è che se si verificano gioia e soddisfazione durante la tua pratica, oltre che piccoli risultati, vorrai continuare a praticare ogni giorno vedendo i risultati crescere

A volte, è la nostra paura di fallire che ci impedisce di provare. Non lasciare che la paura ti tiri indietro dal vivere veramente! Supera la mancanza di fiducia e lascia andare! Non avere fretta, sii paziente e respira. Un gradino alla volta. Un senso di vittoria è quello che serve per andare avanti. E lo otterrai

IN REALTÀ, È INFATTI QUELLA SENSAZIONE DI SUCCESSO CHE TI SPINGE E TI ISPIRA A CONTINUARE A MUOVERTI.

Dopo aver praticato la tua attività scelta per un minuto, ogni giorno, per un paio di settimane, è possibile aumentare la quantità di tempo. Dedica all’attività fino a 5 minuti e ti accorgerai che il tempo diventerà senza che ti accorgi sempre maggiore fino a 30 e 60 minuti.

Ti stupirai quanto di 1 minuto può cambiare la tua vita.

La tecnica giapponese del Kaizen ha avuto origine in Giappone ed è stato ideata da Masaaki Imai. La parola stessa ha due radici – ‘kai’ (cambiamento) e ‘Zen’ (buono): “cambiare per il meglio”.

Imai dice: “Il messaggio della strategia Kaizen è che non deve passare un giorno senza un qualche tipo di miglioramento”

Imai e altri in questo campo hanno notato che quando si tratta di sfide più piccole, in combinazione ad uno sforzo continuo, l’automiglioramento è maggiore in quanto è maggiore la gratificazione

LA TECNICA DEL KAIZEN È QUALCOSA CHE CHIUNQUE PUÒ TENTARE, E TUTTI NE POSSONO BENEFICIARE. ANCHE TU!

Tutto quello che devi fare è preparare un piano e concederti un minuto per seguirlo.

Fammi sapere come va!

Di seguito 2 libri che possono aiutarti a combattere pigrizia e procrastinazione:

Non Fare lo Struzzo Non Fare lo Struzzo
L’arte di non rimandare la soluzione dei problemi per essere più efficienti
Brian Tracy

Compralo su il Giardino dei Libri

Non Rinviare a Domani! Non Rinviare a Domani!
Come trasformarsi da “manager dell’ultimo minuto” a “manager dell’efficienza”
Kenneth Blanchard, Steve Gottry

Compralo su il Giardino dei Libri

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here