Nello scorso articolo ho cercato di fare luce sulla situazione mondiale che stiamo vivendo, da dove proveniamo, cosa l’ha attratta, e verso quali eventi stiamo andando.

In questa occasione invece andremmo ad approfondire l’argomento offrendo possibili soluzioni e come cavarsela, poiché questo è pur sempre un “blog positivo” e poi, caratterialmente mi piace puntare i riflettori su una situazione offrendo via di fuga o possibili soluzioni.

Forse sono una motivatrice nata, o forse semplicemente mi piace l’idea che qualsiasi cosa succeda, esista un “piano B”. Quindi, riprendendo da dove eravamo rimasti, caro viandante: abbiamo parlato di come le profezie Maya avessero già avvertito della situazione che noi, Popolo dei due Mondi (perché in questo momento storico la frequenza della terra, la frequenza Schumann, non vibri in modo stabile, anzi, sembra saltelli da una frequenza ad un’altra, secondo il geologo Gregg Braden, finendo per forgiare l’appellativo di Popolo dei due Mondi).

Abbiamo inoltre parlato di una nuova ondata di coscienza che smantellerà tutto ciò che non ha più senso sia, definita dai Maya “Nona Onda”. A questo punto della Nona onda il mondo sta sperimentando una situazione economica molto seria. In qualche modo la Nona onda del calendario Maya sarà artefice di Purificazione, come anche gli Hopi (popolazione di nativi d’America) annunciavano.

Tutto è collegato:

la frequenza del cambiamento e le forze contrapposte delle energie cosmiche che stanno agendo sul nostro pianeta, stanno avendo un effetto anche sulle vite di ognuno di noi e sotto l’influenza di quest’onda, attraverseremo un’importante trasformazione nel modo di vivere e di costruire in nostro mondo. Ecco che, continuare a pianificare le nostre vite senza tenere in considerazione tali eventi, come se si dovesse continuare a “essere” e “fare” come in precedenza, sta diventando impossibile anche in brevi periodi di tempo.

In questo periodo dunque, sarà sempre meno facile prevedere ciò che potrebbe succedere e qualsiasi forma di divinazione è quasi del tutto inutilizzabile. Cercare di rimanere equilibrati è certamente una sfida quando tali energie hanno effetto su di noi e ci spingono verso direzioni diverse, talvolta in conflitto tra loro.

Sarà necessario rimanere ben centrati sui risultati di questi impulsi come processo atto alla riconciliazione e l’unione tra gli esseri e una più alta connessione con il Divino che è in noi.

La strada del materialismo ha mostrato il suo demone: l’alienazione a ciò che davvero conta. Siamo ora giunti in un vicolo cieco e i tentativi di uscirne saranno probabilmente sbarrati in tutte le direzioni. La Nona onda quindi ci insegnerà a lasciar andare, specialmente tutte le vie che portano alla prevaricazione degli uni sugli altri.

Il risultato della Nona onda porterà le persone a domandarsi a cosa servano i governi e chi ne ha davvero bisogno. Per le persone che non stanno capendo questa l’accelerazione del tempo inerente al sistema del calendario Maya, questi cambiamenti potranno sembrare terrificanti. Sicuramente, tali eventi porteranno disagio a tutti, indipendentemente dalle conoscenze intellettuali di ognuno. Di fronte a questo, molte persone naturalmente si domanderanno cosa ci sia da fare; tuttavia “fare” o “pensare” non fornirà alcuna soddisfacente soluzione per andare avanti.

Il motivo è che questo caos è necessario visti i risultati delle azioni e delle scelte portate avanti sin d’ora dall’uomo. Questo caos servirà a sconvolgere le nostre abitudini di sempre, al fine di aprirci e prendere parte alla manifestazione dello scopo del piano cosmico. Quest’obiettivo può essere compreso attraverso il calendario Maya e altre antiche fonti che ci sono pervenute.

Alcuni passi essenziali sul come cavarsela

– Dovremo arrenderci, fidarci e affidarci al piano divino, seguire il flusso che ci guiderà (il senso della fede).

– Imparare la via del cuore e del donarsi (offrire il proprio contributo in assenza di dovere, piuttosto allineati al vero senso  della parola responsabilità, ossia rispondo in base alle mie abilità. Questo ci farà contattare rapidamente la via del cuore.

– Credere che esista il posto giusto per ognuno di noi (nessuno di noi è un’isola, siamo tutti collegati, la felicità di una persona, in una forma più larga, porterà benessere anche a noi e di rimando, se troviamo il nostro posto perfetto nel mondo, renderemo felici anche gli altri).

– Provare altre vie piuttosto di quelle della mente. L’utilizzo delle sole abilità mentali ha prodotto il mondo che vediamo: a questo punto è ovvio che dovremmo spostarci al cuore, come filtro primario, per poi riconnettersi alla mente come processore dell’intelligenza cardiaca).

– Capire come contribuire al benessere collettivo (in azioni, pensieri, parole, opere).

– Occuparsi dell’ecologia del nostro pensiero (il pensiero crea, quindi chiedersi spesso: “a cosa conduce ciò che sto pensando?” Questo ci aiuta a fare rapidi ed efficaci bilanci, che aiuteranno a spostare l’attenzione a focus più ecologici e funzionali alla gioia e al benessere globale). L’ego personale porta alle malattie, L’ego rivolto verso l’esterno, i pensieri tossici collettivi, le azioni malvagie, la mancanza di umanità, portano i disastri nel mondo.

– Scorgere la diversità di esistenza negli animali, vegetali, minerali. Esistono altre forme di vita che hanno scelto di proseguire la loro evoluzione in forma diversa. Essi non sono migliori o peggiori di noi, sono semplicemente diversi, e egualmente meritevoli di occupare il pianeta e consumare le risorse, e co-produrre in base al loro singolo dono, un ecosistema funzionale e funzionante. Rispetto, quindi! Considerazione e amorevole gentilezza, poiché la loro esistenza o meno, in una osservazione più alta, contribuirà o meno al benessere mondiale.

Solo una simile presa di coscienza può condurci a essere co-creatori del mondo del vero autentico benessere, che già esiste, come situazioni di vita più austere e nefaste, nella mente del divino. 

Questa trasformazione verso l’unità di coscienza richiederà un lavoro di trasformazione interiore dell’individuo, spinta notevolmente dagli eventi che stanno accadendo. Questi eventi per loro natura sono esperienziali. La cosa più importante è il sincero desiderio di approfondire le sacre connessioni interiori in un tempo che, al di fuori, appare sempre più caotico. Massima condivisione.

Ti è piaciuto questo articolo? Allora potrebbero interessarti i libri dell’autrice Monia Zanon:

Sincronicità - Tutto ciò che Non Sai può Essere Usato Contro di Te Sincronicità – Tutto ciò che Non Sai può Essere Usato Contro di Te
Manuale di attivazioni sincroniche per l’anima
Monia ZanonCompralo su il Giardino dei Libri
Progetto Anima Progetto Anima
L’attenzione consapevole attraverso l’accorgersi. Strumento pratico per sedurre il tuo Ego e condurti al successo oltre l’epigenetica
Monia ZanonCompralo su il Giardino dei Libri
Sincro-Destino Sincro-Destino
Gli eventi in grado di cambiare le nostre vite e il corso dell’esistenza stessa
Monia ZanonCompralo su il Giardino dei Libri
Pronto Soccorso Emozionale Monia Zanon Pronto Soccorso Emozionale
Chi ha la tua attenzione ti possiede. Riprenditi te stesso!
Monia ZanonCompralo su il Giardino dei Libri
Vincere la Paura Monia Zanon Nicoletta Todesco Vincere la Paura
Manuale pratico per cavarsela in situazioni impossibili
Monia Zanon, Nicoletta TodescoCompralo su il Giardino dei Libri

Altri Contenuti

CONDIVIDI
Monia Zanon è uno spirito libero. Scrive per la casa editrice Anima Edizioni numerosi saggi come: "Sincronicita' tutto ciò che non sai può essere usato contro di te" (attualmente tradotto in spagnolo da "Edizioni Obelisco" per il mercato del Sud America); "Progetto Anima" manuale per disinstallare i programmi genitoriali, recensito da Bruce Lipton; "Pronto Soccorso emozionale" un councelor per l'anima;  "Sincro-Destino" Docu-Film+compendio e di recente pubblicazione, con la collaborazione di Nicoletta Todesco, " Vincere la Paura" manuale per cavarsela in situazioni impossibili. Con la casa DrawUp Edizioni, esce il suo primo romanzo evolutivo per la gestione delle ferite emozionali: "La Magia della Polvere". Attiva in diversi blog, indirizza la sua energia per aiutare 'i suoi viandanti' (come lei stessa ama definirli), nel cammino verso la scoperta dei propri talenti, e la liberazione dai programmi disfunzionali che spesso sono attivi  a nostra insaputa. Monia da  oltre  quindici anni si occupa di accogliere persone di ogni età in percorsi individuali e di gruppo. Direttrice didattica e docente del biennio professionale Humanproject, Accademia per Motivatori , è una Trainer professionista accreditata SIAF (società italiana armonizzatori familiari councelor operatori olistici) con codice VE855T-OP. Spesso ospite in trasmissioni radiofoniche, televisive, convegni e conferenze, alterna la vita pubblica a quella privata con figlia e cagnolino a presso.Nella vita il suo moto è: " una donna può tutto, con un cuore agile e una buona agenda organizzata".

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here