Il funzionamento delle piastrine di Kolzov si basa sulla scoperta e sulla misurazione dei campi micromagnetici scalari. Alcuni scienziati russi hanno scoperto che, attraverso i campi magnetici scalari, tutti gli esseri viventi della Terra scambiano informazioni; i loro effetti sulla salute dell’uomo sono diventati oggetto di studio e ricerca. Il fisico russo Sergej Valentinovich Kolzov è riuscito a immagazzinare questi campi micromagnetici biologicamente attivi all’interno delle sue “piastre energetiche” a scopo omeostatico, terapeutico e per lo sviluppo della personalità.

IMPORTANTE: le Piastre sono dispositivi che agiscono a livello energetico e pertanto non possono essere pensate come sostitutivo di una adeguata terapia medica, soprattutto da parte di chi ha gravi problemi di salute. Rivolgiti SEMPRE al tuo medico per la diagnosi. GRAZIE

Mentre in Russia l’importanza e la funzione dei campi magnetici scalari e longitudinali vengono già ampiamente studiate, in Europa occidentale si dibatte ancora genericamente sulla possibile esistenza di campi scalari e longitudinali, accanto al ben noto campo trasverso e alle onde elettromagnetiche.

funzionamento-piastre-di-kolzov

Ricerca di base

A fornire la prova sperimentale dell’esistenza del campo magnetico scalare già nel 1982 fu il fisico G.V. Nikolaev di Tomsk, il quale scoprì che tutti i campi magnetici possiedono un campo longitudinale e un campo trasverso.

L’Istituto di Psicofisica Applicata di Omsk (gruppo di ricerca di V.I. Nesterova) approfondì successivamente lo studio di questi deboli e vorticosi campi magnetici, in quanto i ricercatori ne avevano osservato la presenza in ogni sistema biologico. Riuscirono a spiegarne l’interazione extra ed intracellulare all’interno di un organismo, e a sfruttarli per la diagnosi dello stato degli organi e delle funzioni del corpo umano.

Riuscirono anche a distinguere e a separare con precisione i campi generati dell’uomo da quelli scalari della microflora e dei parassiti che infestano l’organismo umano, nonché da tutti gli altri campi esterni. Misurarono la larghezza di banda delle emissioni generate da organi come fegato e stomaco in condizioni di salute, stabilendo così i valori che potevano essere considerati “nella norma”.

La loro ricerca confermò che la salute dell’essere umano si basa su un complesso sistema di vibrazioni che interagiscono tra loro: vale a dire che il nostro organismo ha bisogno di “vibrazioni” provenienti da cibi puri e sani e da una buona acqua di fonte e di interagire con le vibrazioni della Terra (specialmente del campo magnetico terrestre e delle onde di Schumann) per tutta la durata della sua vita.

Se queste vibrazioni naturali sono “inquinate”, il nostro organismo deve attivarsi per poterle contrastare e stabilizzarsi, ma può riuscirci solo per un certo periodo, e non sempre con buoni risultati: ci ammaliamo nel corpo, nella mente o nell’anima.

Le invenzioni di Kolzov

Il fisico russo Sergej Valentinovich Kolzov stava inizialmente studiando degli speciali sistemi di antenne ad alta sensibilità per la navigazione spaziale, quando scoprì delle tecniche per migliorare significativamente la capacità e l’efficacia dei risuonatori passivi. Contestualmente, scoprì anche un curioso effetto positivo di quei risuonatori sull’uomo. Nel tentativo di comprendere meglio queste proprietà straordinarie, rilevò vari errori e omissioni nella teoria dell’elettromagnetismo e nelle fondamentali Equazioni di Maxwell.

Si imbatté, infine, nella ricerca di base di cui sopra, che con la scoperta dei campi magnetici scalari permise una nuova comprensione dell’argomento. Kolzov sviluppò quindi ulteriormente quelle antenne-risuonatori per creare dei polarizzatori bioritmici che interagissero in maniera mirata con l’organismo umano, per poi inventare finalmente i “correttori dello stato funzionale”, ossia le cosiddette piastrine di Kolzov.

Lo sviluppo di questi dispositivi si basò su una scoperta dello scienziato: al momento della fabbricazione di nuovi magneti, essi immagazzinano “le caratteristiche di tutti i campi esistenti nelle vicinanze al momento della magnetizzazione” e, come campi micromagnetici scalari, le irradiano.

Le piastrINE di Kolzov sfruttano tale proprietà per memorizzare le informazioni benefiche di piante, minerali, etc..

Affinché non vengano immagazzinate anche vibrazioni “errate”, il processo di magnetizzazione avviene in speciali camere schermate, in cui è possibile una “magnetizzazione controllata, la preparazione della necessaria sorgente del campo d’onda e una rigorosa attenzione alla purezza neurale della frequenza”.

La struttura del campo generato dalle piastrine di Kolzov è simile a quella del campo magnetico terrestre, e proprio quest’ultimo funge sia da fonte di energia, sia da collegamento.

Allo stesso tempo, la tecnologia con cui vengono realizzate le piastre di Kolzov replica negli organismi viventi, a livello cellulare, i princìpi organizzativi dei campi elettromagnetici. Sulle piastre viene registrato il ritmo armonioso del campo magnetico terrestre e delle radiazioni cosmiche. Nella realizzazione dei risuonatori e delle piastre, inoltre, vengono tenute in considerazione le leggi fisiche dell’armonia strutturale dello spettro luminoso, della scala musicale e della sezione aurea.

Il campo scalare di queste piastre esercita un influsso benefico sull’organismo e sulle sue singole funzioni vitali, in modo da regolare e riequilibrare i campi micromagnetici scalari interni e armonizzare i ritmi interiori dell’organismo con quelli del campo esterno.

Qualsiasi fonte di interferenza esterna, ad esempio le onde elettromagnetiche di un cellulare, attiva la piastra e innesca una reazione di risposta, che compensa l’interferenza stessa confrontando la risonanza tra il campo dell’utilizzatore e, ad esempio, le oscillazioni generate dall’elettrosmog, per aiutare l’organismo a stabilizzarsi. In tal modo, le radiazioni del cellulare (o di qualsiasi altro tipo) non possono più destabilizzare il nostro campo di oscillazione.

Più potente è l’interferenza, più potente è la reazione di risposta della piastra, che dura fino a quando non si giunge ad una compensazione dell’interferenza. Una volta risolto il problema, la piastra cessa di funzionare fino all’arrivo di una nuova interferenza: per questo le piastre di Kolzov sono così sicure.

La loro funzione riequilibratrice è dovuta alle informazioni benefiche immagazzinate al loro interno, provenienti da piante, minerali, gemme, miscele di erbe ayurvediche e tibetane, sorgenti particolari, centri energetici, qualità energetiche cosmiche nonché miscele di Masaru Emoto (inventore delle fotografie dei cristalli d’acqua) per il trattamento a onde degli organi:

Tutte le piastrine di Kolzov possiedono tre tipologie di effetti, tutti brevettati:

  • correggono lo stato funzionale dell’organismo mediante la normalizzazione dei bioritmi e la strutturazione dei fluidi corporei (brevetto di S.V. Kolzov);
  • correggono il campo magnetico esterno che influenza l’organismo che le utilizza, proteggendo quest’ultimo da campi nocivi esterni quali elettrosmog, radiazioni provenienti da zone geopatogene, influssi psicopatogeni;
  • strutturano i fluidi (soluzioni acquose) extracorporei (brevetto di S.V. Kolzov e T. A. Starikova).

 

Struttura delle piastrine di Kolzov

Ogni dispositivo contiene due piastre in materiale plastico magnetico, delle dimensioni di 55 x 78 mm. Negli angoli sono collocati quattro chip uguali delle dimensioni di 14 x 19,5 mm in gomma magnetizzata a quattro strati di alta qualità, ciascuno dotato di un’apertura collegata al centro della piastra che funge da guida d’onda. Per creare un campo magnetico scalare che generi delle forze elettromagnetiche longitudinali, i quattro chip e i loro poli vengono opportunamente orientati in maniera asimmetrica.

Ogni piastra è alloggiata all’interno di un solido rivestimento in plastica per resistere meglio agli urti. Sulla parte liscia è riportato il modello della piastra, sulla parte con i cerchi in rilievo vanno collocate le bevande da informare. Entrambi i lati sono comunque attivi e possono essere orientati indistintamente quando si tiene la piastra appoggiata al corpo.

Nel corso degli oltre dieci anni di osservazione NON è stata riscontrata nelle piastrine di Kolzov alcuna perdita di efficacia.

Approfondimenti:

Vuoi conoscere tutti i benefici delle piastrine di Kolzov? Clicca QUI per leggere l’articolo dedicato

Vuoi avere maggiori informazioni su come utilizzarle, quando e dove? Clicca QUI per leggere l’articolo dedicato

Vuoi reperire le piastrine di Kolzov? In Italia c’è un’azienda che è direttamente a contatto con il produttore (in giro ci sono molti falsi) e che le distribuisce con il manuale completo in italiano all’interno, è IDEALANDIA, CLICCA QUI per maggiori informazioni

Altri Contenuti

CONDIVIDI
Fondatore di BlogPositivo, Life Coach, Ipnologo alle Vite Passate, Amante dell'Amore. Appassionato e ricercatore di punti di unione tra scienza e spiritualità. Cultore del pensiero positivo, sempre in continua formazione. Conduco seminari esperenziali alle vite passate, conferenze su legge di attrazione, obiettivi, autoipnosi, chakra, sviluppo personale. In un mondo dove la PAURA tiene a scacco matto le persone imprigionandole mentalmente e non, notizie che stimolino il risveglio psicofisico e energetico dell'uomo sono altamente necessarie per mantenere alte le vibrazioni di ognuno: questo l'obiettivo di BlogPositivo.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here