Corso Consigliato della Settimana:

Meditazioni - Omega Healing Accelerated Healing Brain Training Meditazioni - Omega Healing Accelerated Healing Brain Training (12 CD Audio e Manuale) Come aumentare salute e benessere Roy Martina, Joy Martina Compralo su il Giardino dei Libri

La nostra precedente chiacchierata, si era conclusa dicendo che avremmo parlato ancora di Ayni cioè della Reciprocità. Abbiamo visto come, per permettere all’energia di fluire liberamente, sia necessario un continuo scambio tra il dare e il ricevere, cosa che sperimentiamo in ogni istante attraverso il respiro sebbene non tutti facciamo caso al fatto che, nel momento in cui questo continuo prendere e restituire aria si interrompe, smettiamo di vivere, quantomeno in questo corpo fisico.

Va da se che si muore metaforicamente ogni volta che impediamo all’energia di fluire liberamente. Quando questo accade, sperimentiamo delusione, dolore, insoddisfazione, rabbia e frustrazione e ci riduciamo a sopravvivere anziché vivere pienamente la condizione a cui abbiamo diritto cioè la gioia e la realizzazione del Sé, fonte della vera vita.

Immaginate cosa significherebbe se tutti scambiassero Ayni direttamente con l’Assoluto: esisterebbe un’unica religione su tutto il pianeta.

E se lo facessimo con la Terra? Avremmo un’economia sostenibile e non inquinante e salveremmo il pianeta.

Se accadesse nel campo della politica? Avremmo tutti, indistintamente, gli stessi diritti e doveri. Religione, economia e politica camminerebbero insieme! Ma cos’è? Un miraggio o è così che dovrebbe funzionare?

Mahatma Gandhi disse: “sii il cambiamento che vuoi vedere avvenire nel mondo” https://it.wikipedia.org/wiki/Mahatma_Gandhi ed in qualsiasi disciplina che mira ad un cambiamento si parte proprio da qui: per apportare cambiamenti in ciò che ci circonda e non ci piace, si parte da se stessi.

Cosa significa questo in termini di Tradizione Spirituale Andina? Semplicemente che tra ciò che ci disturba e noi non c’è Ayni, bensì un ammasso di energia pesante che impedisce la fluidità del rapporto.

Abbiamo visto che l’essere umano è l’unico in grado di produrre energia pesante, che in Quechua si dice jucha, e che lo fa quando non riesce a liberarsi del dolore, delle emozioni disturbanti, spesso e volentieri prodotte dai suoi pensieri inquinati dalle false credenze, sia su se stesso che indotte dall’ambiente in cui vive, dal giudizio e via dicendo. http://www.buddhism.it/insegnamenti/articoli/guardando-dentro-la-vera-natura-delle-emozioni/

E’ innegabile che questo inquina i rapporti se non altro perché la vita ci mette sempre davanti qualcosa o qualcuno che ci complica l’esistenza al solo ed unico scopo di capire cosa non va dentro di noi e cambiarlo.

E come si cambia in termini di Tradizione Spirituale Andina?

Scambiando Ayni con le nostre sorelle e i nostri fratelli spirituali a cui abbiamo accennato nel precedente articolo: l’Acqua, la Terra, il Fuoco, l’Aria. Essi sono connessi, a livello vibratorio, rispettivamente con gli impulsi o istinti, le emozioni, i sentimenti ed i pensieri e possono trasmetterci, sempre a livello vibratorio, la saggezza necessaria per gestirli in modo corretto.

Premesso che tutto nella Tradizione Spirituale Andina si basa su un rapporto diretto e volontario tra esseri viventi, e che l’intenzione dirige l’energia, facciamo alcuni esempi:

  • Se sono cosciente di avere degli impulsi o istinti incontrollabili che mi fanno compiere terra-e-acquaazioni dannose verso me stesso e verso gli altri scambierò Ayni con l’Acqua immaginando la situazione che conosco e offrendola all’acqua perché la porti via con se e, in cambio di questo mio regalo, mi ritorni a livello sottile la capacità di pulire, purificare e far scorrere ogni cosa. A lungo andare mi rimarranno solo gli istinti sani come l’istinto di sopravvivenza che mi fa trovare soluzioni alle peggiori difficoltà.
  • Se non riesco a liberarmi di un’emozione che mi assale, la richiamo a me, le do una forma e la spingo verso la Terra, chiedendo in cambio Ayni con la capacità di trasformare le scorie (pensate di cosa è fatto il concime) in fonte di nuova vita. Con l’andar del tempo saprò gestire le emozioni e mi rimarranno solo gli insegnamenti preziosi ricevuti dalle esperienze che ho vissuto e che vivrò.
  • Soffro pene d’amore? Il mio alleato sarà il Fuoco, nella forma del Sole, al quale invierò la mia pena sole-e-ventochiedendo in cambio di restituirmi Ayni insieme alla capacità di amare e scaldare tutti senza aspettativa, così come lui fa con grandi e piccoli, maschi e femmine, bianchi e neri. Il risultato sarà quello di liberarmi di tutte le forme di amore corrotto dall’attaccamento o dalla paura della solitudine e mi nutrirò dell’amore che ho per me stesso, che potrò liberamente condividere con chi desidero.
  • Pensieri ricorrenti e devastanti mi tormentano? Chiederò aiuto all’Aria, nella figura del Vento, a cui affiderò i miei pensieri chiedendo come sempre il suo Ayni e cioè la capacità di disperderli e creare uno spazio vuoto, perché nella mia mente ci sia spazio per pensieri di natura superiore ed intuitiva che possano portarmi a compiere le azioni giuste per me.

Vi domanderete se e quanto sia corretto donare scorie energetiche alla Natura e mi sembra anche giusto ma se lo fate sempre con amore, gentilezza e soprattutto gratitudine essa recepirà queste ultime e sarà ben felice di farsi carico della vostra jucha restituendovi soluzioni forse mai pensate prima. Tenetelo sempre presente: con amore, gentilezza e gratitudine.

Vi assicuro che non potete immaginare quanto grande sia la gioia che proverete quando, liberi dalle scorie, continuerete a scambiare Ayni con gli Elementi alleati ai quali donerete direttamente gratitudine e che vi ricompenseranno con la capacità di esprimere la vostra Natura più profonda. Provare per credere.

E’ chiaro che, per rendere facili le cose, esistono tecniche ben precise e che chiunque intenda apprenderle e sperimentarle può contattare un insegnante della Tradizione Spirituale Andina e facilitarsi il cammino. Noi siamo qui apposta.

Magari la prossima volta affronteremo l’argomento dell’eliminazione della jucha che si forma tra gli esseri umani rendendo difficili e a volte anche impossibili i rapporti. Intanto vi preannuncio che si possono cambiare in meglio le relazioni, basta volerlo e, anche se questo lo sapevate già, avrò comunque piacere di raccontarvi come si fa sulle Ande.

A presto…

Ti Potrebbe anche Interessare:

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here