Per molti leader il più grande ostacolo al successo è il dubbio generato dai pensieri negativi e sulla base della Legge di Attrazione così come la sicurezza crea ulteriore sicurezza, il dubbio crea ulteriore dubbio.

E se te lo stai chiedendo.. sì, anche tu sei un Leader. In primis per te stesso.

ARTICOLO CORRELATO: Legge di Attrazione, 6 Passi per Chiedere all’Universo Ciò che Vuoi

Se vuoi migliorare la tua leadership è fondamentale coltivare una mentalità sana e affrontare qualsiasi pensiero autolimitante quando si presenta.

Anche i grandi leader si confrontano con questa situazione e saperla gestire e affrontare tempestivamente è determinante.

Cosa sono i pensieri autolimitanti?

La capacità degli esseri umani di immaginare “ciò che potrebbe essere” ha avuto un ruolo importante nel nostro successo come specie. Tuttavia, come con tutti i punti di forza, anche la capacità dell’immaginazione può trasformarsi in un enorme problema.

Questo è infatti solo uno dei quattro modi in cui ribaltiamo una grande potenzialità in ostacolo.

Vuoi sapere quali sono tutti e 4 i modi in cui incappi nell’autosabotaggio ogni giorno? E vorresti scoprire 4 semplici modi per trasformare questi 4 autosabotaggi in risorse di crescita?

Trovi QUI una mia specifica Masterclass.

Alcuni pensieri limitanti:

“Non sono abbastanza bravo”
“Non sono pronto per quel ruolo”
“Non posso farcela”

E chi più ne ha più ne metta.

Vediamo ora qualche consiglio specifico per migliorare la tua leadership.

1. Il primo passo è la consapevolezza

Consapevolezza dei pensieri negativi

Il primo passo per affrontare i pensieri negativi automatici è riconoscere che li stai avendo.

Questo approccio basato sulla consapevolezza implica lo spostamento dei pensieri dalla tua mente subconscia o semi-cosciente alla tua mente cosciente.

Una volta che sei consapevole di qualcosa, questo inizia a perdere il suo potere su di te.

Al contrario, cercare di ignorare questi pensieri porterà solo ad amplificarli.

La prossima volta hai un pensiero negativo, piuttosto che ignorarlo semplicemente ammetti che esiste.

ARTICOLO CORRELATO: Mindfulness: Esercizi Utili da Praticare Ogni Giorno

2. Non dare per scontato che siano la verità

Una volta che hai riconosciuto l’esistenza di questi pensieri, puoi iniziare a riflettere sulla loro validità o meno. Spesso infatti non rappresentano una verità oggettiva.

I pensieri negativi spesso derivano da esperienze che abbiamo avuto in passato che hanno poco a che fare con le nostre circostanze attuali.

3. Trasformali con una tecnica narrativa o riprogramma in profondità

trasformazione dei pensieri negativi

Come usare una tecnica narrativa? Molto semplice, ogni volta che arrivano pensieri negativi trasformali in positivo.

Ad esempio, ogni volta che pensi “Non sono abbastanza bravo”, inizia a dirti “Sono abbastanza bravo”.

Potresti affermare che questa è una tecnica banale ma quasi certamente non l’hai mai adottata e se lo hai fatto lo hai fatto con pochissime ripetizioni. Usala con continuità e vedrai che avrai risultati.

Ovviamente se vuoi avere risultati più potenti e veloci devi andare molto più in profondità e per questo ci sono programmi specifici.

Io ti stra consiglio un percorso che ho vissuto personalmente, si basa su ciò che è stato definito “scambio di cervelli”, va molto in profondità, richiede pochi minuti al giorno e lo potrai ripetere quante volte vuoi:

SI CHIAMA MIRACLE MIND 5 E LO TROVI CLICCANDO QUI

(se il sito non si apre pazienta un pochetto)

Ricapitolando

Ti auguro una buona applicazione di questi consigli, affinché tu possa essere un Leader migliore: in famiglia, sul lavoro ma prima di tutto sempre per te stesso.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci qui il tuo nome